Corso BIM Fondamenti

Il corso Bim fondamenti su Open BIM e IFC fornisce conoscenze teoriche e applicazioni pratiche. E’ rivolto a Progettisti, Direttori dei lavori, Stazioni Appaltanti, Pubbliche Amministrazioni, Studenti e Docenti che intendono approcciarsi in maniera consapevole alla progettazione BIM. Il corso affianca approfondimenti teorici e applicazioni pratiche con PRO_SAP.

Corso Bim PRO_SAP

.


Corso è riconosciuto da iBIMi  –  buildingSMART Italia  valido per l’ammissione all’esame per la Qualifica individuale building SMART, certificazione con validità internazionale.


Corso Bim fondamenti: i contenuti

I contenuti vertono sulla corretta acquisizione conoscenza del metodo e della terminologia:

  • Capire cos’è il BIM, perché è necessario e riconoscerne la terminologia specifica;
  • Riconoscere i vantaggi del BIM rispetto alla consegna del progetto tradizionale;
  • Comprendere il ciclo di sviluppo delle informazioni nel progetto (e i suoi termini chiave), in particolare come vengono specificate, prodotte, scambiate e mantenute le informazioni durante un progetto;
  • Riconoscere la necessità di soluzioni aperte e interoperabili;
  • Identificare le capacità di un’organizzazione nel lavorare con il BIM.

Corso Bim fondamenti: i dettagli 

Durata: 14 ore suddivise in 6 moduli.

Prezzo: 175€ più IVA

Costo dell’esame facoltativo per ottenere la certificazione: 150€ (da versare a Building Smart International)

Modulo 1 – Docente Arch. Mario Napolitano
1.1Definire i driver che hanno portato al BIM
1.2Definire il BIM
1.3Identificare e definire la terminologia BIM chiave
1.4Definire i livelli di maturità BIM
1.5Definire ciò che costituisce un modello informativo
Modulo 2 – Docente Arch. Mario Napolitano
2.1Sapere perché sono necessari nuovi metodi di lavoro collaborativi
2.2Identificare gli effetti di una cattiva gestione delle informazioni sui progetti
2.3Identificare gli standard sviluppati per mitigare la scarsità di informazioni
2.4Individuare i vantaggi del BIM per i professionisti del settore delle costruzioni
2.5Identificare i vantaggi dell’adozione del BIM per i clienti e per la gestione delle strutture
Modulo 3 – Docente Arch. Mario Napolitano
3.1Sapere perché i committenti devono definire chiaramente i loro requisiti (EIR)
3.2Sapere perché la catena di fornitura deve concordare un piano per eseguire il BIM nel progetto (BEP)
3.3Sapere perché sono necessari scambi di informazioni coerenti
3.4Identificare gli elementi chiave e i vantaggi dell’utilizzo di una piattaforma di scambio collaborativo (CDE)
3.5Sapere perché sono richieste responsabilità di gestione delle informazioni chiaramente definite
3.6Sapere perché valutare i potenziali membri della catena di fornitura prima che venga assegnato un contratto
Modulo 4 – Docente Arch. Mario Napolitano
4.1Definire chi è buildingSMART
4.2Definire l’OpenBIM e i suoi benefici rispetto all’utilizzo di prodotti e sistemi proprietari
4.3Sapere cos’è IFC e i suoi benefici
4.4Sapere cosa sono le MVD e i loro benefici
4.5Sapere cosa sono gli IDM e i loro benefici
4.6Sapere cosa è il bSDD e i suoi benefici
4.7Conoscere cos’è BCF e i suoi benefici
Modulo 5 – Docente Arch. Mario Napolitano
5.1Comprendere i potenziali vantaggi per un’azienda nell’adozione del BIM
5.2Comprendere i fattori che definiscono il livello di maturità del BIM di un’organizzazione
5.3Sapere perché l’adozione del BIM deve allinearsi agli obiettivi dell’organizzazione
5.4Identificare i vantaggi e le sfide dell’adozione del BIM
5.5Sapere quale sono le implicazioni sulla sicurezza dei dati nell’adozione del BIM
Modulo 6 – Docente Ing. Antonio Limena
6.1PRO_SAP e il BIM
6.2Cenni sulla struttura del file IFC e caratteristiche principali per l’importazione in PRO_SAP
6.3Importare il file IFC e verificare la geometria in PRO_SAP