SISMABONUS: Classificazione del rischio sismico

PRO_SMB è un software per il calcolo della classe di rischio sismico, applica sia del metodo convenzionale che del metodo semplificato. Il programma calcola la PAM per strutture in muratura, per le strutture a telaio in c.a. e per le strutture assimilabili ai capannoni industriali. Inoltre PRO_SMB redige la relazione illustrativa per accedere alle detrazioni previste dal sismabonus.

Le “Linee Guida per la Classificazione del Rischio Sismico delle Costruzioni” definiscono otto Classi di Rischio, con rischio crescente dalla lettera A+ alla lettera G.

PRO_SMB determina la classe di appartenenza di un edificio secondo due metodi:

  1. Convenzionale: applicabile a qualsiasi tipologia di costruzione. È basato sull’applicazione dei normali metodi di analisi previsti dalle attuali Norme Tecniche. Grazie a questo metodo consente di fare la modellazione con PRO_SAP delle strutture ante operam e post operam poi la valutazione della Classe di Rischio. È possibile acquisire in automatico le informazioni necessarie per la classificazione da modelli PRO_SAP, oppure assegnare i parametri manualmente nel caso si utilizzi il programma in maniera autonoma.
  2. Semplificato: consente una valutazione speditiva della Classe di Rischio. In particolare è applicabile agli edifici in muratura, a quelli assimilabili ai capannoni industriali ed agli edifici in calcestruzzo armato. Il metodo semplificato non richiede la modellazione della struttura in PRO_SAP e si può usare per esempio per rimuovere delle peculiarità negative della struttura.

Grazie a questi due metodi è possibile trattare tutte le casistiche di interventi: per esempio demolizione e ricostruzione, oppure miglioramento sismico, ma anche interventi locali.

In questo articolo un approfondimento sul miglioramento sismico con PRO_SAP con le NTC 2018, inoltre un esempio pratico su sismabonus è disponibile QUI.

 

 

Sismabonus e superbonus: le normative

La Legge di Stabilità 2017, approvata il 21 dicembre 2016, ha introdotto per la prima volta il concetto di Sismabonus. Dopodiché è stato rilasciato lo strumento attuativo: il decreto del MIT 65 del 7 marzo 2017. Al decreto sono allegate le “Linee Guida per la Classificazione del Rischio Sismico delle Costruzioni” che forniscono le indicazioni per il calcolo della classe di rischio delle struttura.

Successivamente, il 9 gennaio 2020 è stato pubblicato l’aggiornamento delle linee guida per la classificazione del rischio sismico delle costruzioni (simabonus) e le modalità per l’attestazione, da parte di professionisti abilitati, dell’efficacia degli interventi effettuati. (D.M. n. 24 del 9/1/2020). Il Superbonus prevede interventi trainanti per l’ottenimento della detrazione al 110%: è necessario pensare a interventi antisismici e anche interventi in ambito di efficienza energetica. Tutte le novità sulle detrazioni fiscali e sulla applicabilità del superbonus sono disponibili sul sito dell’agenzia delle entrate.

Naturalmente le novità sul sismabonus sono state recepite dal modulo PRO_SMB che si collega a PRO_SAP.

Sismabonus: i tutorial PRO_SAP

Questi video illustrano esempi pratici di determinazione della classe di rischio sismico con PRO_SMB.

Metodo convenzionale Video sismabonus metodo convenzionale

Metodo semplificato per le strutture in muratura Video sismabonus metodo semplificato strutture in muratura

Metodo semplificato per una struttura assimilabile ad un capannone industriale Video sismabonus metodo semplificato strutture assimilabili ai capannoni industriali

Richiedi ulteriori informazioni